Ufficio socio assistenziale

Premessa:

L'attività propria dei servizi socio-assistenziali è composta da un complesso di servizi e attività delegate dal Comune all'Ambito Socio-Assistenziale del Cividalese (vedasi allegato A della deliberazione consiliare n. 30 del 29.11.2012 - funzioni delegate per il periodo 2013-2017) e da un insieme di altri servizi e attività che vengono svolte direttamente dal Comune (vedasi allegato B della deliberazione consiliare n. 30 del 29.11.2012 - funzioni in carico esclusivo al Comune).   
L’assistente sociale farà capo, per le singole attività, ora all’Ambito socio assistenziale, ora al titolare di posizione organizzativa del Comune (responsabile del servizio sociale).

 

Responsabile: geom. Previato Bruno

 

Referente per le attività delegate all'ambito socio-assistenziale del cividalese:
Assistente Sociale - Chiara Matiz
Recapiti:
tel. 0432 712388
fax. 0432 712345
e-mail assistente.sociale@comune.torreano.ud.it

Orario di apertura al pubblico:
lunedì 9.30 - 12.30


Referente per le attività svolte dal Comune:
dott. francesco Majeroni c/o Ufficio tributi
Recapiti:
tel. 432 712028 interno 4
fax 0432 712345
e-mail tributi@comune.torreano.ud.it
Orario di apertura al pubblico per il mese di dicembre 2019:
martedì e venerdì 8.30 - 12.30

Competenze:
Attività di natura amministrativa (regolamenti per erogazione contributi, atti deliberativi, accoglimento delle domande, richieste di contributi all'Ente erogatore del contributo, determinazioni del responsabile di approvazione graduatorie e impegno della spesa, determinazione di liquidazione del contributo, rendiconto all'ente erogatore, ecc.), come già sopra specificato sono in capo all'Ente Comunale.
I principali interventi si riassumono in:
1) abbattimento canoni di locazione (regionale);
2) assegno di natalità (regionale);
3) rilascio Carta famiglia (regionale), da cui derivano:
a) il bonus energia elettrica (SGATE);
b) il beneficio comunale a sostegno della famiglia e della genitorialità (scelta discrezionale dell'Ente); 
4) il sostegno alle famiglie numerose;
5) Contributi abbattimento barriere architettoniche;
6) l'inserimento degli utenti anziani presso le case di riposo;
7) i contributi o le esenzioni al pagamento per utenti o famiglie in stato di bisogno;
8) il contributo per il rimpatrio degli emigrati (regionale);
9) il progetto dei "cantieri lavoro" e/o l'acquisto di buoni lavoro (vouchers) per i disoccupati;
10) il contributo per i mutilati e gli invalidi del lavoro (ANMIL);
11)  la festa degli anziani 12) eventuali centri estivi e/o soggiorni anziani;
L'Azienda sanitaria gestisce il servizio relativo alle persone disabili a ciclo residenziale: il Comune paga le rette e si occupa del recupero delle rette di compartecipazione dell'utenza alla spesa complessiva. Ciò vale anche per gli utenti nelle case di riposo (con le problematiche relative al recupero delle compartecipazioni dei ricoverati ed eventualmente dei soggetti civilmente obbligati).